Memory foam o lattice: come scegliere il materasso migliore per te e la tua famiglia

Memory foam o lattice: come scegliere il materasso migliore per te e la tua famiglia
In Materassi tipologie di Tecnofibre Tecnofibre

Se per te è arrivato il momento di acquistare un nuovo materasso per la famiglia, sicuramente ti starai ponendo il fatidico interrogativo: devo comprare un materasso in lattice o in memory foam?

A questa domanda è possibile rispondere solo provando a conoscere bene i materiali e le loro caratteristiche: in questo modo potrai scoprire quale materasso fa al caso tuo.

Che cos’è il memory foam?

Non tutti sanno che il memory foam nasce direttamente dai laboratori NASA, che impiegavano il poliuretano espanso per attutire gli urti derivanti dalla propulsione e dall’accelerazione dello shuttle in fase di decollo. 

L’uso del poliuretano espanso si è poi esteso ad altri settori, come ad esempio quello della produzione di materassi, data la grande capacità di questo materiale di assorbire i contraccolpi e accogliere il corpo senza creare punti di pressione.

Che cos’è il lattice?

Il lattice è un materiale naturale estratto dall’Hevea Brasiliensis, meglio conosciuto come l’Albero della Gomma. Una volta estratto, il lattice viene schiumato tramite un trattamento ad aria compressa che rende possibile la produzione del materasso.

Origine e derivazione del lattice sono fondamentali, perché incidono direttamente sulle prestazioni e sulla qualità del materasso. In commercio sono presenti materassi in lattice naturale, che contengono almeno l’80% di materia prima naturale, e materassi al 100% in lattice sintetico. I materassi in lattice naturale sono molto più morbidi e meno resistenti di quelli in lattice sintetico.

Quali sono le caratteristiche dei materassi in memory foam e dei materassi in lattice?

Il materasso in memory foam offre al corpo una sensazione di accoglienza, che dipende dallo spessore dello strato. Essendo realizzato con un materiale termosensibile si adatta perfettamente al corpo, offrendo così una sensazione avvolgente.

Il memory foam è antiacaro e anallergico: queste caratteristiche lo rendono perfetto per tutti coloro che soffrono di allergie. Il memory foam è consigliato anche per chi soffre di mal di schiena e dolori nella zona lombare. Inoltre, il memory foam agisce anche come termoregolatore e mantiene costante la temperatura corporea durante il sonno, creando un microclima ideale.

I materassi in lattice, invece, si distinguono per l’elasticità. La loro caratteristica principale è quella di ridurre al minimo i punti di pressione, favorendo così la circolazione. Il materasso in lattice è anche traspirante, antibatterico e anallergico, proprio come quelli in memory foam.

Manutenzione dei materassi: lattice vs memory foam

Il materasso in lattice ha bisogno di una cura costante rispetto a quelli realizzati in memory foam. 

Essendo composto da materiale naturale, può andare soggetto a muffe se utilizzato in ambienti umidi o con scarsa areazione. Inoltre, rispetto al materasso in memory foam, va girato spesso, dall’alto al basso, sopra e sotto. 

Al contrario, il materasso in memory foam richiede poca manutenzione: basta un coprimaterasso per proteggerlo da eventuali macchie.

Quanto costano i materassi in memory foam e i materassi in lattice?

Se si sceglie un prodotto di alta qualità, i prezzi sono simili. Bisogna diffidare quando l’offerta è troppo accattivante, perché potrebbe significare che il materasso non è fatto con materiali di alta qualità con l’inconveniente di doverlo cambiare dopo qualche anno. Meglio scegliere un prodotto a un costo superiore, che però presenti le certificazioni adeguate che ne garantiscano la qualità. 

Per saperne di più scopri la gamma di materassi in memory foam Tecnofibre con le proposte specifiche per la casa, il settore ricettivo e il settore medicale.

Condividi su: