Materasso per letto ospedaliero: a che serve un materasso antibatterico

Materasso per letto ospedaliero: a che serve un materasso antibatterico
In Materassi tipologie di Tecnofibre Tecnofibre

In ambito ospedaliero e sanitario è necessario assicurare ai propri pazienti un ambiente igienico e salubre a partire dal letto. In tal senso, una scelta consigliabile è quella di collocare un materasso antibatterico, realizzato con coperture protettive che mantengono inalterate la salubrità e la sicurezza dell’imbottito. 

Che cosa si intende per materasso antibatterico? 

Un materasso antibatterico è un imbottito costituito da una cover esterna, quasi sempre sfoderabile, che protegge l’imbottito dalla formazione e dalla proliferazione di possibili batteri.  

Materasso mod Mum
Materasso mod Mum

Parliamo, generalmente, di materassi in poliuretano e memory foam, che grazie alla composizione stessa della materia prima offrono un ambiente infausto alla proliferazione di potenziali allergeni, acari e batteri

Si tratta di materassi ad alta traspirabilità che consentono un ottimo passaggio dell’aria e che non favoriscono la creazione di sacche di umidità, che causerebbero, per l’appunto, un microclima favorevole alla riproduzione di organismi indesiderati. 

Generalmente i materassi con trattamento antibatterico impediscono anche l’acquisizione di odori da parte dell’imbottito, così da poter essere utilizzati da ogni paziente in condizioni ottimali se si attuano le procedure di manutenzione ordinaria, che garantiscono la salubrità e l’igienicità dell’imbottito. 

Perché è importante dotare il letto d’ospedale di un materasso antibatterico? 

L’ospedale, come qualsiasi ambiente affollato, non è esente da rischi per quanto riguarda la trasmissione e la proliferazione di batteri. 

In reparti in cui sono ricoverati pazienti con patologie particolari, un materasso antibatterico può fare la differenza in termini di miglioramento delle condizioni e del benessere del paziente. Ci riferiamo, per esempio, a quei malati con difese immunitarie molto basse, che devono necessariamente soggiornare in ambienti privi di alcuna contaminazione. 

Materasso Modello Wellki

Anche nelle camere in cui avvengono degenze di breve termine e dove c’è un ricambio abbastanza veloce di pazienti, come accade nei reparti in cui si effettuano interventi in day hospital, oppure nei reparti di maternità, dove una degenza in condizioni normali dura circa 72 ore, un materasso antibatterico consente di poter ospitare a stretto giro più persone, garantendo un ambiente letto salubre. 

I materassi antibatterici Enki appartenenti alla Linea Sanitaria specifica per l’ambito ospedaliero, le case di riposo e di cura sono disponibili anche nel formato per culle e lettini. Presentano marcatura CE, sono Dispositivo Medico di Classe 1 e si presentano adatti per offrire un ambiente letto salubre e ideale per il benessere di pazienti grandi e piccoli. 

Condividi su: